Archivio dell'autore: admin

Home

In questo angolo di campagna stupenda, questa vecchia grande casa, sola e ormai vinta dal tempo, con i suoi storti e spessi muri di pietra; potevamo risanarla solo usando gli stessi materiali con cui fu costruita quasi quattrocento anni fa, per non offenderla.

Allora solo calce, pietra, paglia e cocciopesto. Per l’ irrinunciabile risparmio energetico,un tetto in legno e sughero, coppi e tavelle. Per i pavimenti, sotto alle spesse tavole di larice massello, trattato solo con oli e cere naturali, un solaio di terra di campo, setacciata ed asciugata sulla nostra corte al sole d’ estate, e poi ancora paglia e calce, per trattenere il rumore e il calore. Oli e cere pregiate anche per le vecchie travi dei soffitti.

Con i consigli di un buon amico abbiamo messo in atto la bioedilizia del Palladio.

Grazie Andrea M! E grazie a Erminio S, muratore sapiente e instancabile.

Grazie a Tino e a Giulia, a Giustino e ad Emma, che hanno superato tutti, anche se stessi,e che hanno portato pazienza, lasciandomi lavorare e lavorando per avere una casa “come si faceva una volta”.

Sonia

Fimon 1503

 

S’ alzò la mattina dal suo letto d’ oriente ( John Keats)

ottobre 2011 068

S’ alzò la mattina dal suo letto d’ oriente

scendendo su un colle di splendido verde

coronando d’ ambra di fuoco l’ erbosa sua cima:

poi, tinse d’ argento l’ acque pure del suo torrente

che, sorto tra vergini letti di muschio, si distillava

passando tra le aiuole dei semplici fiori

per riunire le sparse correnti in un piccolo lago,

specchio sulle sponde, a le dimore dei rami,

e, nel mezzo, a un cielo che mai non s’ abbassa.